Costruisci un circuito stabilizzatore di rete a 2 stadi - Tutta la casa

Costruisci un circuito stabilizzatore di rete a 2 stadi - Tutta la casa

In questo articolo impariamo come realizzare un circuito stabilizzatore di tensione a 2 relè o bistadio per il controllo e la regolazione delle tensioni di rete 220V o 120V attraverso un semplice circuito.



introduzione

In questo circuito stabilizzatore di potenza, un relè è cablato per selezionare la presa alta o bassa dal trasformatore stabilizzatore a un determinato livello di tensione mentre il secondo relè mantiene la normale tensione di rete inserita, ma nel momento in cui c'è una fluttuazione di tensione si alterna e seleziona il rubinetto CALDO appropriato tramite i primi contatti del relè.

Un semplice circuito stabilizzatore di potenza discusso qui è molto facile da costruire e tuttavia è in grado di fornire una correzione a 2 stadi della rete di ingresso.





È stato anche discusso un semplice metodo per convertire un normale trasformatore in un trasformatore stabilizzatore utilizzando schemi circuitali.

Funzionamento del circuito

Come mostrato nella figura a fianco, l'intero funzionamento del circuito può essere compreso con i seguenti punti:



Stabilizzatore di rete a 2 stadi

Fondamentalmente l'idea qui è di fare in modo che il relè n. 1 commuti a due diversi estremi di tensione di rete (alto e basso), che sono considerati non adatti agli apparecchi.

Questa commutazione consente a questo relè di selezionare una tensione opportunamente condizionata da un altro relè attraverso i suoi contatti N / C.

Come cablare i contatti del relè

I contatti di questo secondo relè n. 2 assicurano che selezioni una tensione appropriata dal trasformatore stabilizzatore e lo mantengano pronto per il relè n. 1 ogni volta che si attiva durante livelli di tensione pericolosi. A tensioni normali, il relè n. 1 rimane attivato e seleziona la tensione normale tramite i suoi contatti N / O.

I transistor T1 e T2 vengono utilizzati come sensori di tensione. Il relè # 1 è collegato a questa configurazione sul collettore di T2.

Finché la tensione è normale, T1 rimane spento. Di conseguenza T2 in questo momento rimane acceso. Il relè n. 1 è attivato ei suoi contatti N / O collegano il NORMAL AC all'apparecchio.

Se la tensione tende a salire, T1 conduce lentamente e ad un certo livello (deciso dall'impostazione di P1), T1 conduce completamente e spegne T2 e il relè # 1.

Il relè collega immediatamente la tensione corretta (abbassata) fornita dal relè n. 2 attraverso i suoi contatti N / C all'uscita.

Ora, in caso di bassa tensione, T1 e T2 smetteranno di condurre, producendo lo stesso risultato di sopra, ma questa volta la tensione fornita dal relè n. 2 al relè n. 1 sarà alta, in modo che l'uscita riceva il livello corretto richiesto di tensione.

Il relè n. 2 è eccitato da T3 a un particolare livello di tensione (secondo l'impostazione di P3) tra i due estremi di tensione. I suoi contatti sono collegati al trasformatore stabilizzatore toccando in modo che selezioni la tensione desiderata in modo appropriato.

Come assemblare il circuito

La costruzione di questo circuito è molto semplice. Può essere fatto con i seguenti passaggi:

Taglia un piccolo pezzo di una tavola per uso generale (circa 10 x 5 mm).

Inizia la costruzione inserendo prima i transistor, mantenendo ampio spazio tra di loro in modo che l'altro possa essere sistemato attorno a ciascuno di essi. Saldare e tagliare i loro cavi.

Quindi, inserire il resto dei componenti e collegarli tra loro e con i transistor mediante saldatura. Prendi l'aiuto dello schema del circuito per il loro corretto orientamento e posizionamento.

Infine, fissare i relè per completare l'assemblaggio della scheda.

La pagina successiva si occupa della costruzione del trasformatore stabilizzatore di potenza e della procedura di collaudo. Dopo che queste procedure sono state completate, è possibile integrare l'assieme di circuiti testato ai trasformatori appropriati.

L'intero allestimento può quindi essere alloggiato all'interno di un robusto involucro metallico e installato per le operazioni desiderate.
Elenco delle parti

R1, R2, R3 = 1K, 1 / 4W,

P1, P2, P3 = 10K, PRESET LINEARI,

C1 = 1000uF / 25V

Z1, Z2, Z3 = 3V, 400mW DIODO ZENER,

T1, T2, T3 = BC 547B,

RL1, RL2 = RELÈ 12V, SPDT, 400 OHMS,

D1 - D4 = 1N4007,

TR1 = 0-12 V, 500 mA,

TR2 = 25-0-25 VOLT, 5 AMPS. CON RUBINETTO CENTRALE DIVISO, PCB GENERALE, INVOLUCRO METALLICO, CAVO DI RETE, PRESA, PORTAFUSIBILE ETC

Come convertire un normale trasformatore in un trasformatore stabilizzatore

Converti un normale trasformatore in un trasformatore stabilizzatore

I trasformatori stabilizzatori vengono normalmente realizzati su ordinazione e non sono disponibili già pronti sul mercato. Poiché sono richieste più prese di tensione CA di rete (alta e bassa) e anche poiché queste sono specifiche per una particolare applicazione, diventa molto difficile procurarle già pronte.

Il presente circuito necessita anche di un trasformatore regolatore di potenza, ma per facilità di costruzione può essere incorporato un metodo semplice per convertire un normale trasformatore di alimentazione in un trasformatore stabilizzatore di tensione.

Come mostrato in figura, qui abbiamo bisogno di un normale trasformatore da 25-0-25 / 5 Amp. Il rubinetto centrale dovrebbe essere diviso, in modo che il secondario possa essere costituito da due avvolgimenti separati. Ora è solo questione di collegare i fili primari ai due avvolgimenti secondari come mostrato nello schema.

Pertanto, seguendo la procedura di cui sopra, dovresti essere in grado di convertire con successo un normale trasformatore in un trasformatore stabilizzatore, molto utile per la presente applicazione.

Come impostare l'unità

Sarà necessaria un'alimentazione variabile 0-24V / 500mA per la procedura di configurazione. Può essere completato con i seguenti passaggi:

Poiché sappiamo che le fluttuazioni delle tensioni di rete CA creeranno sempre una grandezza proporzionale delle fluttuazioni di tensione CC da un trasformatore, possiamo presumere che per tensioni di ingresso di 210, 230 e 250, le tensioni CC equivalenti ottenute corrispondentemente dovrebbero essere 11,5, 12,5 e 13.5 rispettivamente.

Ora l'impostazione dei relativi preset diventa molto semplice in base ai livelli di tensione sopra indicati.

  • Inizialmente tenere entrambi i trasformatori TR1 e TR2 scollegati dal circuito.
  • Mantieni il cursore di P1, P2 e P3 da qualche parte intorno alla posizione centrale.
  • Collegare l'alimentatore variabile esterno al circuito. Regolare la tensione a circa 12,5.
  • Ora inizia lentamente a regolare P3 finché RL2 non si attiva.
  • Diminuire la tensione di alimentazione a circa 11,5 volt (RL2 dovrebbe disattivarsi nel corso), regolare P1 in modo che RL1 si disattivi.
  • Aumentare gradualmente l'alimentazione a circa 13,5 - questo dovrebbe far sì che RL1 e RL2 si eccitino uno dopo l'altro, indicando la correttezza delle impostazioni di cui sopra.
  • Ora regolare lentamente P2 in modo che RL1 si disattivi nuovamente a questa tensione (13,5).
  • Confermare le impostazioni di cui sopra variando la tensione di ingresso da 11,5 a 13,5 avanti e indietro. Dovresti ottenere i seguenti risultati:
  • RL1 dovrebbe disattivarsi ai livelli di tensione 11,5 e 13,5, ma dovrebbe rimanere attivato tra queste tensioni. RL2 dovrebbe accendersi sopra 12,5 e spegnersi sotto i 12 volt.

La procedura di impostazione è ora completa.

La costruzione definitiva di questo gruppo regolatore di potenza può essere conclusa collegando il circuito in prova con i relativi trasformatori e nascondendo l'intera sezione all'interno di un involucro metallico ben ventilato come suggerito nella pagina precedente.




Precedente: 5 interessanti circuiti flip flop - Carica ON / OFF con pulsante Avanti: Circuito di blocco porta controllato da telefono cellulare