Analizzatore del regolatore automatico di tensione (AVR)

Analizzatore del regolatore automatico di tensione (AVR)

Il post seguente illustra un circuito analizzatore automatico di tensione che può essere utilizzato per comprendere e verificare le condizioni di uscita di un AVR. L'idea è stata richiesta dal Sig. Abu-Hafss.



Specifiche tecniche

Voglio realizzare un analizzatore per il regolatore di tensione automobilistico (AVR).

1. I tre fili dell'AVR sono collegati alle clip corrispondenti dell'analizzatore.





2. Non appena l'analizzatore viene acceso, applicherà 5 volt a INPUT e leggerà la polarità in uscita, C.

3. Se l'uscita è positiva, l'analizzatore dovrebbe accendere un LED verde. E la tensione da monitorare tra C e B.



In alternativa:

Se l'uscita è negativa l'analizzatore dovrebbe accendere un LED blu. E la tensione da monitorare tra A e C.

4. Quindi l'analizzatore dovrebbe aumentare ulteriormente la tensione in ingresso finché la tensione in uscita non scende a zero. Non appena la tensione scende a zero, la tensione di ingresso dovrebbe essere mantenuta e l'analizzatore dovrebbe visualizzare quella tensione su un DVM.

6. Questo è tutto.

Analisi del circuito in dettaglio

La differenza tra un regolatore di tensione IC e un regolatore di tensione automobilistico. Quest'ultimo è un circuito basato su transistor e il primo è un IC. Entrambi hanno una tensione di interruzione preimpostata.

In un IC V / R, ad es. LM7812 la tensione di interruzione preimpostata è 12v. La tensione di uscita aumenta con la tensione di ingresso fintanto che la tensione di ingresso è inferiore alla tensione di interruzione. Quando la tensione di ingresso raggiunge il valore di interruzione, la tensione di uscita non supera la tensione di interruzione.

In un AVR, diversi modelli hanno una diversa tensione di interruzione. Nel nostro esempio, lo consideriamo 14.4v. Quando la tensione di ingresso raggiunge / supera la tensione di interruzione, la tensione di uscita scende a zero volt.

L'analizzatore proposto ha un alimentatore 30v integrato. Come un IC V / R, anche l'AVR ha tre fili: INPUT, GROUND e OUTPUT. Questi fili sono collegati alle rispettive clip dell'analizzatore. Inizialmente, l'analizzatore fornirà 5 V in ingresso e leggerà la tensione in uscita.

Se la tensione in uscita è quasi la stessa dell'ingresso, l'analizzatore accenderà il LED verde che indica che il circuito AVR è basato su PNP.

L'analizzatore aumenterà la tensione di alimentazione all'ingresso dell'AVR e monitorerà la tensione di uscita attraverso OUTPUT (C) e GROUND (B). Non appena la tensione di uscita scende a zero, la tensione di alimentazione non viene aumentata ulteriormente e quella tensione fissa viene visualizzata sul DVM.

Se la tensione in uscita è inferiore a 1v, l'analizzatore dovrebbe accendere il LED blu che indica che il circuito AVR è basato su NPN.

L'analizzatore aumenterà la tensione di alimentazione all'ingresso dell'AVR e monitorerà la tensione di uscita attraverso OUTPUT (C) e GROUND (B). Non appena la tensione di uscita sale a 14,4, la tensione di alimentazione non viene aumentata ulteriormente e quella tensione fissa viene visualizzata sul DVM.

O

Se la tensione in uscita è inferiore a 1v, l'analizzatore dovrebbe accendere il LED blu che indica che il circuito AVR è basato su NPN.

L'analizzatore aumenterà la tensione di alimentazione all'ingresso dell'AVR e monitorerà la tensione di uscita tra INPUT (A) e OUTPUT (C).

Non appena la tensione di uscita scende a zero, la tensione di alimentazione non viene aumentata ulteriormente e quella tensione fissa viene visualizzata sul DVM.

Il design

Lo schema elettrico del circuito analizzatore del regolatore automatico di tensione (AVR) proposto è mostrato di seguito:

Quando l'alimentatore da 30V in ingresso è acceso, il condensatore da 100uF inizia lentamente a caricarsi producendo un graduale aumento di tensione alla base del transistor che è configurato come inseguitore di emettitore.

In risposta a questa tensione in rampa, l'emettitore del transistor genera anche una tensione corrispondente crescente da 0 a 30V. Questa tensione viene applicata all'AVR collegato.

Nel caso in cui l'AVR sia PNP, la sua uscita produce una tensione positiva che attiva il transistor corrispondente, che a sua volta attiva il relè collegato.

I contatti del relè collegano istantaneamente la polarità appropriata alla rete del ponte in modo tale che la tensione di rampa dall'uscita del ponte sia in grado di raggiungere l'ingresso rilevante degli opamp.

L'azione di cui sopra illumina anche il LED relativo alle indicazioni richieste.

Le preimpostazioni dell'amplificatore operazionale sono regolate in modo tale che finché la rampa di uscita rimane leggermente inferiore alla rampa di ingresso, l'uscita dell'amplificatore operazionale rimane a potenziale zero.

Secondo l'impostazione interna dell'AVR, la sua uscita smetterebbe di salire al di sopra di una certa tensione, diciamo a 14,4 V, tuttavia poiché la rampa di ingresso continuerebbe e tenderebbe a salire al di sopra di questo valore, l'opamp cambierebbe istantaneamente il suo stato di uscita in positivo.

Con le suddette condizioni il positivo dall'opamp alimentato allo stadio transistor mostrato mette a terra la base del transistor generatore di rampa, spegnendolo istantaneamente.

Tuttavia, durante la suddetta procedura di spegnimento, l'opamp ritorna rapidamente al suo stato originale riportando il circuito al suo stato precedente e la tensione sembra essere bloccata all'uscita costante dell'AVR.

Il DVM deve essere collegato attraverso l'emettitore del transistor superiore e la terra comune.

L'IC 7812 è posizionato per fornire tensione regolata al relè e all'IC.

Schema elettrico




Precedente: Calcolo pannello solare, inverter, caricabatteria Avanti: Circuito di alimentazione senza trasformatore MOSFET regolabile 0-300V